Un tè tra le stelle di David M. Barnett

Un tè tra le stelle di David M. Barnett

Un tè tra le stelle di David M. Barnett

Books Lovers,

Oggi viaggeremo tra le stelle perché il libro di cui voglio parlarvi ha come protagonista un astronauta. Un tè tra le stelle di David M. Barnett è un bellissimo libro che esplora le vite di Ellie, suo fratello James, la loro nonna Gladys e il nostro astronauta Thomas Major.

Un tè tra le stelle di David M. Barnett

Un tè tra le stelle di David M. Barnett

Thomas Major odia l’umanità. Odia suo padre. Odia il suo passato. Odia la sua vita.
L’11 gennaio 2016 sembra un giorno come tanti: il suo appartamento è vuoto e solitario, la metro è stracolma di persone fastidiose e al lavoro lui sarà come al solito un semplice perito chimico. Quel giorno, in realtà, non ha niente a che fare con tutti gli altri: David Bowie è morto e Thomas diventerà il primo uomo ad andare su Marte. Per una serie di strane coincidenze, infatti, avrà l’opportunità di restare per almeno vent’anni lontano dagli esseri umani, potrà sorseggiare il suo tè tra le stelle in santa pace, dedicandosi alla musica e ai cruciverba. Anche se dovrà sopportare che tutti inizino a chiamarlo Major Tom, come l’astronauta di «Space Oddity», la canzone di David Bowie. Una volta partito verso il pianeta rosso, però, la pace cosmica sognata da Thomas si rivela impossibile. Un banale errore nella connessione telefonica spazio-Terra lo mette, infatti, in contatto con Gladys: 71 anni e un principio di Alzheimer. L’anziana signora è l’unica famiglia che resta ai suoi due nipoti, l’adolescente Ellie e il piccolo James, che cercano di nascondere ai servizi sociali la demenza sempre più evidente della nonna, per non essere affidati a degli sconosciuti prima della scarcerazione del loro papà. Una telefonata dopo l’altra, Thomas diventerà una sorta di angelo custode spaziale per questa famiglia strampalata, pronto a guidarla tra le difficoltà di una vita complicata. E proprio grazie alle stranezze di Gladys, alla determinazione di Ellie e alla genialità di James, Thomas non sarà più l’uomo cinico e scorbutico che aveva abbandonato la Terra per dimenticare tutto e tutti. Scoprirà che la vita vale la pena di essere condivisa sempre e che tutti abbiamo bisogno di qualcuno che ci aspetti a casa, anche al di là delle stelle.

Un tè tra le stelle di David M. Barnett

Questo libro mi ha colpita molto, soprattutto il fatto che Thomas, nonostante sia nello spazio, dopo una telefonata sbagliata, riesce ad aiutare un intera famiglia a non perdere la loro casa.

E’ fantastico il modo in cui Thomas, da persona che odia l’umanità, che è sempre scontroso verso tutti, che fa piangere una bambina in TV, cambia il suo atteggiamento quando conosce Gladys e i suoi nipoti. E’ come se, col tempo, si affeziona a loro, anche se all’inizio gli dice sempre di smetterla di chiamarlo. Thomas, nonostante nello spazio, avrà un ruolo molto importante nella storia. Una storia che merita di essere letta fino alla fine per godersi il lieto fine insieme ai protagonisti.

All’inizio del libro i capitoli vanno un po’ avanti e indietro nel tempo, dividendosi tra i vari protagonisti fino ad arrivare a parlare solo del presente fino alla fine. L’autore, con questa narrazione, non ci ha fatto perdere niente, e i dettagli che ci ha fatto avere, seppur inventati, hanno reso la storia più reale. Alla fine questo libro può sembrare essere tratto da una storia vera.

Un tè tra le stelle di David M. Barnett

Un tè tra le stelle di David M. Barnett

 

 

Un tè tra le stelle di David M. Barnett

Recensioni , , , , , , , , , ,

Informazioni su meandbooks

Mi chiamo Miriam e sono l'amministratore di Me and Books. Ho tante passioni, ma le più grandi sono la lettura e la scrittura, ed ho creato questo blog proprio per poter condividere le mie passioni. Penso che recensire un libro sia una cosa molto importante che richiede tempo e dedizione. A volte un lettore prima di scegliere un libro vuole sapere che quello che sta scegliendo è quello giusto, e le recensioni servono proprio per questo, per aiutare il lettore a scegliere. Ma questo è anche un modo per aiutare autore e case editrici a farsi conoscere. È anche per questo che pubblico gli articoli sia in italiano che in inglese, per non lasciare nessuno fuori. Vi chiedo di non esitare a pormi qualsiasi domanda sul mondo dell'editoria, spero solo di riuscire a fornire la risposta perfetta.

Precedente One day in december by Josie Silver Successivo Never Fade by Alexandra Bracken