Crea sito

Review Party – Sorcery of Thorns di Margaret Rogerson

Review Party – Sorcery of Thorns di Margaret Rogerson

Review Party - Sorcery of Thorns di Margaret Rogerson

Ciao Books Lovers,

come stanno procedendo i vostri buoni propositi per quest’anno nuovo? In termini di lettura io sto andando alla grande, ma in termini di studio per gli imminenti esami universitari… meglio cambiare discorso. E quindi passiamo a Sorcery of Thorns, uscito ieri per Oscar Vault, scritto da Margaret Rogerson autrice de An enchantment of ravens che è stato tradotto dal magnifico team di The books we want to read, libro che è ufficialmente entrato a far parte dei migliori libri del 2021, e lo so che siamo solo a gennaio ma questo lo merita proprio.

Come genere siamo sull’high fantasy, con in allegato una mappa che rende il tutto ancora più intrigante, young adult perché i nostri protagonisti nonostante la tenacia e le loro abilità di sopravvivenza sono solo degli adolescenti, e anche un po’ romance dai, gli sguardi tra Nathaniel e Elizabeth non mentono affatto.

Comparando Sorcery of Thorns con altri libri che ho letto ho notato un particolare molto piacevole. Anche se in altri il protagonista era sempre il personaggio femminile, il personaggio maschile era sempre presente, pronto a dare manforte, in questo invece arriviamo a più di metà libro in cui Nathaniel non vuole avere assolutamente niente a che fare con la missione di Elizabeth per motivi che scoprirete solo se leggerete il libro. Solo in seguito decide di aiutarla e fino ad allora Elizabeth se la cava benissimo da sola, si mette in salvo e sopravvive da varie minacce, per giorni, da sola. Occasionalmente richiede l’aiuto di Silas, il servo demone del mago, ma è sempre lei a fare la parte difficile, e questo è un punto positivo che si aggiunge ai tanti che mi hanno fatto amare questo libro.

Un altro punto è assolutamente l’ambientazione, un po’ da tempi antichi con vestiti sfarzosi, balli, carrozze, e nobiltà amalgamato benissimo all’high fantasy con maghi, demoni, buoni e cattivi, e bibliotecari incaricati di controllare i grimori tenuti nelle più grandi biblioteche del regno. Grimori pericolosi, con volontà propria, in grado di offendersi, chiudersi per decenni, autodistruggersi e nel peggiore dei casi diventare Malefict, esseri in grado di distruggere interi villaggi. E questi libri sono conservati in base al loro grado di pericolosità, molte volte anche ospitanti di pidocchi dei libri giganti, dettaglio che mi ha fatto temere per i miei stessi libri al solo ipotetico pensiero della loro reale esistenza XD

E poi c’è il fattore romance, che non è assolutamente al centro della storia, è sempre lì, dietro le quinte, in agguato, pronto a manifestarsi, ma a tempo debito. Nella prima parte del libro non vedremo molto Nathaniel, ma quel poco basterà a farci capire qualcosa su di lui come il fatto che è affascinante, ed ha avuto il suo passato tragico che non gli permette di avvicinarsi troppo alle altre persone, l’unico che rimane sempre al suo fianco è Silas e ad Elizabeth fa strano che loro due abbiano questa relazione di amicizia visto che lui è un demone che ha fatto un patto con Nathaniel, ha servito la sua famiglia per decenni ma quando il loro contratto scadrà sarà lui a risucchiare la forza vitale del ragazzo uccidendolo, come succede ad ogni mago con il suo demone.

Sorcery of Thorns è uno stand-alone ma in sé racchiude così tanto, una storia completa ricca di dettagli che fa quasi sembrare di star leggendo una saga durata da secoli. Ad ogni pagina diventa sempre più familiare, ogni dettaglio svelato sembra quasi un dettagli di cui avevamo già conoscenza. Il modo di scrivere della Rogerson colpisce dritto al cuore in ogni senso immaginabile, perché ci saranno i momenti felici, ma anche i momenti tristi.

Per tutto il libro è quasi un vivere insieme ai personaggi ed è proprio per questo che ho deciso di aggiungere questo libro anche alla mia top 10 dei libri preferiti in assoluto. Avevo comprato il cartaceo in inglese un anno fa senza leggerlo, poi ho visto che presto la Oscar lo avrebbe portato in italia e ho voluto aspettare, ogni minuto di attesa è stato ripagato con questa storia mozzafiato è scorrevole. Vorrei dire tante altre cose di questo libro ma finirei per fare spoiler, posso solo dire che se siete degli amanti dei libri, e basta solo quello, allora dovete leggerlo, perché in fondo i veri protagonisti in questa storia sono proprio loro i libri perché sono loro ad avere tutto il potere, il resto è solo uno sfondo ben delineato.

E ora ritorno alle mie letture perché domani vi parlerò di Assedio e Tempesta di Leigh Bardugo e dopodomani de La stirpe della gru di Juan He, e ancora devo finire di leggerli…

Review Party - Sorcery of Thorns di Margaret Rogerson

Review Party - Sorcery of Thorns di Margaret Rogerson

 

 

 

Review Party - Sorcery of Thorns di Margaret Rogerson

Pubblicato da meandbooks

Mi chiamo Miriam e sono l'amministratore di Me and Books. Ho tante passioni, ma le più grandi sono la lettura e la scrittura, ed ho creato questo blog proprio per poter condividere le mie passioni. Penso che recensire un libro sia una cosa molto importante che richiede tempo e dedizione. A volte un lettore prima di scegliere un libro vuole sapere che quello che sta scegliendo è quello giusto, e le recensioni servono proprio per questo, per aiutare il lettore a scegliere. Ma questo è anche un modo per aiutare autore e case editrici a farsi conoscere. È anche per questo che pubblico gli articoli sia in italiano che in inglese, per non lasciare nessuno fuori. Vi chiedo di non esitare a pormi qualsiasi domanda sul mondo dell'editoria, spero solo di riuscire a fornire la risposta perfetta.