Crea sito

Review Party – La corte di rose e spine di Sarah J. Maas

Review Party - La corte di rose e spine di Sarah J. Maas

Ciao Books Lovers,

sono contenta che siate tornati per la recensione di La corte di rose e spine di Sarah J. Maas, finalmente approdata in italia grazie a Mondadori.

Se ricordate, io avevo già fatto una recensione di questo libro, molto tempo fa. Quella recensione è molto spoilerosa, però vi lascio ugualmente il link qui se volete passare a dare un occhiata e leggere la trama più dettagliatamente se magari non siete sicuri di questa lettura.

Vi lascio anche il link alla mia tappa del Blogtour con l’identikit di Rhysand pubblicata due giorni fa.

Come vi ho già detto molte volte, questo libro sarebbe una rivisitazione della fiaba della bella e la bestia, ma molto, molto diversa dalla vera storia, perché tutto prende delle pieghe differenti.

Quando ho letto la prima volta questo libro avevo da poco iniziato a seguire la Maas. I suoi libro sono i primi che io abbia mai letto in inglese. Il trono di ghiaccio mi era piaciuto talmente tanto che quando è uscito La corte di rose e spine in inglese l’ho dovuto subito leggere – sono rimasta un po’ delusa che ci abbiano messo così tanto a portarlo in italia, ma l’attesa ne è valsa la pena – e sono subito rimasta stupita da questa lettura, sopratutto del World-building e della mappa che aiuta molto gli spostamenti durante la lettura.

Queste fate sono particolari, diverse da quelle della Clare o della Black. Questi sono i Fae della Maas, e sono fantastici. Intriganti, misteriosi, crudeli. E non sai mai cosa aspettarti, perché tutti possono tradire tutti.

La storia inizia con la protagonista, Feyre, che va a caccia per portar da mangiare qualcosa alle sue due sorelle e a suo padre. Si imbatte in un lupo e decide di ucciderlo con una freccia che aveva comprato qualche tempo prima al mercato, una freccia di acero, l’unico tipo di legno in grado di uccidere le fate, perché sì, quel lupo era una fata. Ritorna a casa e quella sera, dopo aver venduto il lupo al mercato ad una mercenaria, arriva a casa sua un lupo enorme, venuto a reclamare la sua vita. Infatti il lupo che lei aveva ucciso quella mattina facevo parte della corte si questo lupo. L’unica opzione che le rimase fu di andare con lui e passare la sua vita nella sua corte. Lì incontra altre fate, ma anche alcuni mostri. Partecipa alla festa del Calanmai, e scopre di non provare più molta avversione per le fate. Si sta innamorando di Tamlin, e lui di lei, e le cose iniziano a mettersi male per Feyre. Tamlin, per la sua sicurezza, la rimanda a casa sua.

Mentre lei stava con lui, Tamlin aveva aiutato la sua famiglia economicamente, permettendogli di costruirsi una villa, ma lei non riesce a rimanere a lungo lontano da lui. Un giorno, dopo aver raccontato tutto a sua sorella Nesta, decise di ritornare alla corte. Ma li non vi trovò nessuno a parte la sua cameriera Alis. L’unica cosa che Alis può fare e raccontarle tutto, quindi le dice che Amarantha ha portato via tutti nel Regno sotto la Montagna. Feyre deve andare per forza lì, ma era meglio se non avesse preso quella decisione, perché da qui la sua vita verrà totalmente sconvolta.

Una storia mozzafiato che vi farà trattenere il respiro più volte. Divorerete questo libro e aspetterete con ansia il seguito, ve lo garantisco.

Review Party - La corte di rose e spine di Sarah J. Maas

Review Party - La corte di rose e spine di Sarah J. Maas

 

 

Review Party - La corte di rose e spine di Sarah J. Maas

Pubblicato da meandbooks

Mi chiamo Miriam e sono l'amministratore di Me and Books. Ho tante passioni, ma le più grandi sono la lettura e la scrittura, ed ho creato questo blog proprio per poter condividere le mie passioni. Penso che recensire un libro sia una cosa molto importante che richiede tempo e dedizione. A volte un lettore prima di scegliere un libro vuole sapere che quello che sta scegliendo è quello giusto, e le recensioni servono proprio per questo, per aiutare il lettore a scegliere. Ma questo è anche un modo per aiutare autore e case editrici a farsi conoscere. È anche per questo che pubblico gli articoli sia in italiano che in inglese, per non lasciare nessuno fuori. Vi chiedo di non esitare a pormi qualsiasi domanda sul mondo dell'editoria, spero solo di riuscire a fornire la risposta perfetta.