Crea sito

Blogtour – Raccontami di un giorno perfetto di Jennifer Niven – Tra libro e film

Blogtour – Raccontami di un giorno perfetto di Jennifer Niven – Tra libro e film

Blogtour - Raccontami di un giorno perfetto di Jennifer Niven - Tra libro e film

Buon fine settimana Books Lovers,

ultimamente non stavo più pubblicando post di eventi importanti nel week end, ma oggi come potete notare ho fatto un eccezione per questa ultima tappa, ma non per importanza, dedicata alla nuova ristampa e al film tratto dal libro Raccontami di un giorno perfetto, bestseller di Jennifer Niven edito in Italia per DeA.

Ho dovuto pubblicare oggi perché ieri sono stata impegnata a guardare il film e preparare il post al meglio per film, film uscito su Netflix appunto proprio ieri in tutto il mondo.

Entrando più nei particolari inizio a dirvi che l’inizio del film sembra portarvi un po’ fuori strada. Il primo incontro tra Violet e Finch non è sul tetto della scuola come nel romanzo, ma Finch, durante una delle sue corse mattutine trova Violet sul cornicione del ponte dove sua sorella è morta per via di un incidente d’auto. Proprio da qui inizia la loro storia.

Ma come vi dicevo prima, anche se potrebbe portarvi fuori strada l’inizio, non lasciateglielo fare perché il film di Raccontami di un giorno perfetto è il film più inerente al libro che io abbia mai letto. La cosa che ho amato di più è stata l’attenzione ai dettagli anche per quanto riguarda le battute e le citazioni originali di Virginia Woolf… sembra veramente di vedere il film recitato.

Pero certo le diversità ci sono comunque, anche si in poche. Un altra, a parte l’inizio, è quando Finch ha un momento di crisi e si mette a strappare tutti i post-it attaccati alle pareti della sua camera, cosa che non succede nel libro, o ancora le ragioni per cui Violet va alla festa di Amanda sono leggermente diverse. Un altra differenza riguarda il mezzo utilizzato da Finch per contattare Violet che non è facebook come nel libro ma instagram. Un altra differenza che ho notato è che Finch non va mai a mangiare da suo padre insieme a sua sorella.

A parte queste non sono riuscita a trovare altre differenze, e non pensate siano tante perché molti di questi dettagli non sono neanche rilevanti nella storia di Violet e Finch. Però a questo punto mi sembra giusto farvi una piccola lista delle cose rilevanti che sono state mantenute uguali: uguale che lui va dallo psicologo scolastico, che la sorella cerca di coprirlo sempre, uguali le ricerche e i risultati online che Finch troverà su Violet, uguale quando Violet entra in classe e goffamente fa cadere i libri a terra e Finch per distogliere l’attenzione da lei fa cadere la sua sedia. Ed è anche uguale il compito che gli viene assegnato, loro due che fanno coppia, i posti dell’Indiana che visiteranno – il muro con su scritto “prima di morire”, il monte più alto dell’Indiana, il lago, e la montagna russa – che nel libro sono le montagne russe. Ed anche uguale in momento in cui Finch va al gruppo di sostegno e scopre che anche una sua compagna di scuola lo frequenta.

Durante la visione del film per me è stato molto difficile trovare delle differenze, tanto ero presa dalla visione e dalle similiarità al libro, ma alla fine ce l’ho fatta, e spero questo articolo possa esservi utile per convincervi che se avete amato il libro non avete nulla da perdere nel guardare il film che non ha niente a che vedere con tutte le altre trasposizioni cinematografiche che creano tutt’altra storia.

Blogtour - Raccontami di un giorno perfetto di Jennifer Niven - Tra libro e film

 

È una gelida mattina di gennaio quella in cui Theodor Finch decide di salire sulla torre campanaria della scuola, e non per ammirare il panorama. L’ultima cosa che si aspetta è di trovare qualcun altro lassù, come lui in bilico sul cornicione a dei piani d’altezza. E men che meno si aspetta di trovarci Violet Markey, una delle ragazze più popolari del liceo. Eppure Finch e Violet si somigliano più di quanto possano immaginare. Sono due anime fragili: lui lotta da anni con la depressione, lei ha visto morire la sorella in un terribile incidente. È in quel preciso istante che i due ragazzi provano per la prima volta la vertigine destinata a legarli da lì in poi. I giorni e le settimane successivi, in cui un progetto scolastico li porterà alla scoperta dei luoghi più bizzarri e sconosciuti del loro Paese, trasformeranno infatti la loro timida amicizia in un amore travolgente e una drammatica corsa contro il tempo. Alla fine, a rimanere indelebile sarà l’incanto di una storia d’amore tra due ragazzi che stanno per diventare adulti. Il genere di incanto che solo i giorni perfetti sanno regalare.

Iron Flowers di Tracy BanghartBlogtour - Raccontami di un giorno perfetto di Jennifer Niven - Tra libro e film

Blogtour - Raccontami di un giorno perfetto di Jennifer Niven - Tra libro e film

 

 

Blogtour - Raccontami di un giorno perfetto di Jennifer Niven - Tra libro e film

Pubblicato da meandbooks

Mi chiamo Miriam e sono l'amministratore di Me and Books. Ho tante passioni, ma le più grandi sono la lettura e la scrittura, ed ho creato questo blog proprio per poter condividere le mie passioni. Penso che recensire un libro sia una cosa molto importante che richiede tempo e dedizione. A volte un lettore prima di scegliere un libro vuole sapere che quello che sta scegliendo è quello giusto, e le recensioni servono proprio per questo, per aiutare il lettore a scegliere. Ma questo è anche un modo per aiutare autore e case editrici a farsi conoscere. È anche per questo che pubblico gli articoli sia in italiano che in inglese, per non lasciare nessuno fuori. Vi chiedo di non esitare a pormi qualsiasi domanda sul mondo dell'editoria, spero solo di riuscire a fornire la risposta perfetta.