Crea sito

American Gods 1 di Neil Gaiman |graphic novel|

American Gods 1 di Neil Gaiman |graphic novel|

American Gods 1 |graphic novel|

Buongiorno Books Lovers,

innanzitutto grazie a Oscar Mondadori per avermi fornito il materiale per la lettura di questa trilogia. Se ricordate vi avevo già parlato di American gods nella rubrica delle serie TV qualche tempo fa. Oggi sono qui per parlarvi delle graphic novel scritte dal taltentuoso, come ormai tutti sappiamo, Neil Gaiman. Più nello specifico oggi vi parlo della prima graphic novel in una quasi comparazione di similitudini con la serie Starz.

Per prima cosa però devo dire che questa serie mi ha sorpreso. Quando ho iniziato a guardare la serie televisiva non mi sarei mai aspattata quello che è stato eppure la maggior parte delle volte è stata piacevole, motivo per cui ve l’ho anche consigliata, la graphic è stata ancora meglio.

E’ sempre bello poter esplorare lati differenti di una storia rimanendo sempre vicini a ciò che era stato trasportato televisivamente. Le somiglianze tra le due storie sono moltissimi, però alcune scene che sono nella prima graphic sono solo nella seconda stagione della serie tv – come ad esempio la scena della giostra della seconda stagione, o la storia del passato di Shadow – e alcune scene della serie ancora nella prima graphic non le ho visti.

Eppure ho potuto appurare, a parte la somiglianza della storia, con lo stesso identico inizio e vicende, che anche i personaggi hanno le stesse personalità, gli stessi modi di essere e come sfortunamente non molto spesso succede, lo stesso aspetto qualunque esso sia.

Già avevo appurato la bravuro di Neil Gaiman da molti suoi precedenti lavori tra cui Norse Mythology, e anche se le graphic novel sono abbastanza diverse da un libro fatto di sole parole, sono ugualmente alquanto complesse da sviluppare perché ogni immagine deve essere ben collegata dalla successiva con i giusti dialoghi e posso dire che questa serie ha avuto molto successo in questo parametro.

Ed in fondo, nonostante la storia sia alquando bizzarra, i vecchi dei hanno bisogno di seguiaci, e Shadow è una parte integrante di questa missione, il suo compito non è solo quello di scarrozzare Wednesday avanti e indietro. Tutto comincia con la morte di sua moglie ma quello è solo l’inizio, e le persone che incontrerà sul cammino saranno alquanto bizzarri quanto potenti e bisognosi perché in “estinzione”, sostituiti dalla modernità.

E’ quasi come una lotta alla sopravvivenza di cui pero Shadow Moon, il nostro protagonista, non sa ancora nulla, e ignaro di tutto si imbarca in questa avventura da cui, pur volendo, non potrà più uscire. Stare insieme a Wednesday molte volte si rivelerà pericoloso ma ormai è fatta, e affiancando la storia principale ci saranno anche le storie degli altri personaggi che creeranno un riempimento a tutto tondo per permettere al lettore di non perdersi neanche un pezzo e continuare a leggere finché girando l’ultima pagina non si sarà accorto che è giunto alla fine.

Chissà cosa dovrà ancora affrontare nel secondo libro Shadow…

Come età di lettura lo considerò un adult visto che alcuni disegni rispecchiano le scene a luci rosse che troviamo anche nella serie tv, ma a parte quello è una storia che potrebbe essere letta da chiunque a cui piaccia il genere.

American Gods 1 |graphic novel|

American Gods 1 |graphic novel|

American Gods 1 |graphic novel|

 

 

Pubblicato da meandbooks

Mi chiamo Miriam e sono l'amministratore di Me and Books. Ho tante passioni, ma le più grandi sono la lettura e la scrittura, ed ho creato questo blog proprio per poter condividere le mie passioni. Penso che recensire un libro sia una cosa molto importante che richiede tempo e dedizione. A volte un lettore prima di scegliere un libro vuole sapere che quello che sta scegliendo è quello giusto, e le recensioni servono proprio per questo, per aiutare il lettore a scegliere. Ma questo è anche un modo per aiutare autore e case editrici a farsi conoscere. È anche per questo che pubblico gli articoli sia in italiano che in inglese, per non lasciare nessuno fuori. Vi chiedo di non esitare a pormi qualsiasi domanda sul mondo dell'editoria, spero solo di riuscire a fornire la risposta perfetta.