Halloween | Book Tag |

Halloween | Book Tag |

Buon giorno a tutti,

per oggi avevo pensato di fare qualcosa che non facevo da molto tempo, e ho deciso di pubblicare un Book Tag a tema Halloween. Mi diverte un sacco fare questi book tag, quindi prima di iniziare a studiare ho detto, perché no, facciamo un book tag.

Questo in particolare è stato creato un anno fa dalle stupende blogger di questi tre stupendi blog: Libri di cristallo, Libri e molto altro, Sognatrice interrotta.

Consiste in 10 domande a tema ai quali spero di riuscire a rispondere al meglio. Continua a leggere

| NETFLIX Book Tag | ENG | :)

netflix book tag | eng

Hi there, guys.

It’s been really a long time since the last book tag I did (this is also the first I do in English), and considering how much I enjoy doing them, I bring a new one on the blog, seen on Clarissa’s blog, Questione di Libri.
Netflix is ​​a fantastic web site that offers an exorbitant variety of new and old movies and TV series. So I do the NETFLIX Book Tag | ENG.

Continua a leggere

– Stranger Things – Book Tag!!

stranger things

Ciao a tutti,

sono ritornata qui oggi per farvi lo Stranger Things Book Tag.

Per chi non lo sapesse Stranger Things è una serie TV firmata Netflix incentrata sul soprannaturale, che consiglio assolutamente a tutti.

Ma direi di iniziare subite con il Book Tag.

  1. Epic Intro – un libro che ti ha catturato fin dalla prima pagina.

stranger thingsPer questa categoria ho scelto The Stars Never Lie (di cui ho anche fatto la recensione), perché dal primo capitolo, abbastanza corto per i miei standard, ha attirato completamente la mia attenzione. Questo è uno dei libri più sensazionali che io abbia mai letto.

 

 

 

 

2) Dungeons and Dragons – un mondo fantastico che ti piacerebbe visitare


stranger things

Per questa seconda categoria devo assolutamente scegliere a Court of Thorns and Roses di Sarah J Maas, una delle mie autrici preferite.

Questo libro, come gli altri di quest’autrice, mi ha trascinato dentro questo mondo fantastico di fate e umani facendo tanto sperare di essere lì dentro io stessa.

Anche di questo ho già fatto la recensione, e lo consiglio assolutamente per chi ancora non lo ha letto ed è in grado di leggere in inglese.

3) Squad Goals – il tuo gruppo di amici preferito

stranger things Born at Midnight è uno dei pochi libri in cui ho trovato una squadra di amici che si aiutano a vicenda per ogni difficoltà così compatta.

I protagonisti non sono umani ed aiutano, con le loro conoscenze, la nuova arrivata a scoprire a quale specie appartiene lei.

Anche di questo ho fatto la recensione, e come con gli altri, vi lascio il link, per andare a leggerla se non lo avete fatto.

4) ABC’s & Christmas Lights – un personaggio mentalmente instabile

stranger things

In realtà per questa categoria ho scelto un po’ a caso perché non sapevo proprio chi mettere, comunque alla fine ho scelto Cole di Everneath di Brodi Ashton.

Lui non è proprio mentalmente instabile, ma a causa del suo amore che non dovrebbe provare, si comporta un po’ da uno che non sembra completamente sano di mente.

Anche in questo caso c’è la recensione.

5) The Upside Down – un libro totalmente differente rispetto alle tue aspettative

stranger things Feline è uno dei pochi libri, che dopo averli letti, mi hanno spiazzato, nel senso che non mi aspettavo affatto una storia così fatta bene, soprattutto da un’autrice italiana.

Il libro lo straconsiglio, perché il mondo che Sarah Bianca crea è assolutamente un mondo indimenticabile.

Qui la recensione di Feline.

6) Mad Scientists – un distopico con il governo peggiore


stranger thingsPer questa categoria mi sono sentita in dovere di scegliere Hunger Games, perché se lo avete letto sapete che è assolutamente uno dei libri con il governo peggiore.

Suzanne Collins ha creato un mondo fantastico in cui però nessuno vuole assolutamente entrare. Un mondo che ha fatto scalpore approdando anche sui grandi schermi con quattro film.

7) Demogorgon – un creatura che non vorresti mai vedere uscire dal muro di casa tua

stranger things In realtà non vorrei che nessuna delle creature create da Cassandra Clare nei vari libro sugli Shadowhunters esca dal muro di casa mia.

Se uno di quei demoni venisse a farmi visita non oso pensare a cosa farei, tenendo anche conto che non sono una Shadowhunter e non avrei la minima idea di come ucciderlo, non essendo nemmeno in possesso di una spada angelica.

La recensione di città di ossa, e della signora di mezzanotte, sono rispettivamente sui titoli dei libri.

8) Cliffhanger Ending – un libro con un finale mozzafiato

stranger things

Il finale di Regina Rossa è stato letteralmente da mozzare il fiato, pieno di colpi di scena e tradimenti da parte di persone che sembravano buone e gentili. In sostanza, in finale inimmaginabile al 100%.

Qui la recensione.

Per questa settimana è tutti,

grazie per essere passati, siete sempre di più e vi ringrazio per questo.

Alla prossima,

Miriam.

 

Rapid Fire! BOOK TAG!!!!

Ritorno oggi con un nuovo book tag, il rapid fire book tag, trovato in rete.

Direi di non dilungarci troppo e iniziare subito perché è leggermente lungo.

Vi volevo soltanto dire che se vi va, e me lo fate sapere, per i regali di Natale, filmerò un video unboxing.

 

—– Ebook o cartaceo?

Io in realtà li preferisco entrambi, ma posso dirvi che l’Ebook è più facile da avere sempre con se, perché con il cartaceo c’è sempre il rischio che nella borsa si sciupi, si strappi ecc., è anche utile avere un E-reader, come ad esempio il mio kobo mini, che sta praticamente ovunque. Ma nonostante tutto non smetterò mai di amare il miei libri cartacei.

rapid fire

—— Brussura o Rilegato?

Ovviamente scelgo rilegato, nonostante i prezzi dell’editoria siano alzati, preferirò sempre un libro rilegato ad una brussura, ma se ricevo una brussura di certo non la rifiuto.

—– Shopping online o in libreria?

Personalmente preferisco lo shopping online, perché su i siti come Amazon e Mondadori ci sono sempre sconti che in libreria non ci sono. Preferisco anche lo shopping online per comprare i miei amatissimi libri in inglese che non trovo da nessun’altra parte.

—– Trilogie o Serie?

Preferisco le serie. Per le trilogie si sa che dopo quei tre libri la storia finisce, per le serie invece si può sempre avere la speranza che continuino con un quinto, un sesto e un settimo libro.

—– Eroi o Cattivi?

La maggior parte delle volte preferisco i cattivi. Mi intrigano troppo, anche se quasi sempre muoiono. Ci sono alcune eccezioni però in cui gli eroi mi colpiscono particolarmente.

—– Un libro che vorresti lo leggessero tutti.

The Stars Never Lie di Victoria Hale, di cui ho anche fatto la recensione che lascio qui. Vorrei che tutti lo leggessero perché è un libro nuovo, con storie e creature che nessuno ha mai messo insieme.

—– L’ultimo libro letto?

L’ultimo libro letto, che ho finito proprio due giorni fa è stato “Il bacio dell’ombra” di Richelle Mead, terzo libro della serie dell’accademia dei vampiri.

—– L’ultimo libro acquistato?

Precisamente non ricordo, perché nell’ultimo periodo ne ho acquistati molti, ma credo “The dome” di Stephen King, ma se siete curiosi potete andare a guardare nel mio ultimo book haul.

—– Libri usati si o no?

Assolutamente si. La maggior parte dei miei libri in italiano sono usati, provenienti da mercatini e negozi online.

—– Il nome dei primi tre libri che ti vengono in mente.

°  La signora di mezzanotte di Cassandra Clare;
°  Il ladro di fulmini di Rick Riordan;
°  Colpa delle stelle di Jonh Green.

—– Un libro che ti ha fatto piangere e ridere allo stesso tempo.rapid fire

“La principessa” di Cassandra Clare è stato uno dei libri che mi ha fatto maggiormente emozionare, un libro carico di espressioni divertenti, con un finale che ti spezza il cuore.

 

—– Un film o telefilm che hai preferito al libro.

Questa è un po’ difficile, ma mi limiterò a rispondere con “The 100” di Kass Morgan. Sarà che ho visto prima il telefilm e poi ho letto il libro, ma l’ho preferito molto di più, anche se dalla terza stagione in poi la storia si è completamente distaccata dal libro.

—– Giudichi un libro dalla copertina?

Molto spesso l’ho fatto, ma mai senza prima leggere la trama. La copertina può essere sgargiante, colorata e tutto, ma pochissime, veramente pochissime volte ho comprato un libro alla cieca senza sapere di cosa parlasse.

 

Per questa settimana è tutto.

Alla prossima, e vi volevo dire che da ieri è disponibile su Amazon l’ebook del mio libro “Angels: la vita segreta di un angelo nascosto.”, vi inviterei a darci un’occhiata, anche alla prova gratuita. Mi farebbe veramente piacere se alcuni di voi lo leggessero. Qui il link.

Vi ringrazio per essere passati dalla mia pagina,

Miriam.

Book tag: ingredienti libreschi, e sorpresa alla fine.

Ciao a tutti.

Oggi vi propongo questo carinissimo book tag, il primo di una lunga serie spero, che ho trovato in giro spulciando tra i vari blog qualche giorno fa. Non so chi è stato a crearlo quindi scusate se non faccio credit a nessuno.

Iniziamo quindi.

book tag

1 – Prezzemolo: un libro che vedi ovunque.

Mi è venuto subito da dire The Call di Peadar O’Guilin, che sto vedendo praticamente ovunque nei vlog su Youtube. Non so se è già uscito o deve uscire, in realtà non so nemmeno di cosa parla, ma l’ho visto praticamente ovunque e questa cosa mi è rimasta impressa nella mente.

book tag

2 – Cipolla: un libro che solo a sentirlo nominare ti metteresti a piangere.

Per questo non sapevo proprio cosa scegliere. Poi mi è saltato in mente Teardrop, un libro che non sono riuscita nemmeno a completare. L’avevo iniziato a leggere appena era uscito. Amo tantissimo Lauren Kate, quindi mi aspettavo che mi appassionasse come Fallen, di cui a breve dovrebbe uscire il film, ma invece mi ha proprio deluso, non mi aspettavo una cosa del genere. Il libro non ha totalmente senso. Magari le idee dell’autrice erano belle ma lei non è stata capace a trascriverle.

book tag

3 – Caffè: un libro che tu ha tenuta sveglia.

Qui vi rispondo con la mia lettura attuale, Feline di Sarah Bianca, libro mandatomi gentilmente dalla casa editrice. Non è da molto che lo sto leggendo, e mi sta appassionando molto, lasciandomi sveglia la sera quando la mattina dopo dovrei andare a scuola. E’ un libro che parla di mutaforma e lo devo ammettere, all’inizio, i primi due capitoli mi hanno un po’ confuso, ma quando ho capito il meccanismo le pagine scorrevano da sole.

book tag

4 – Patatine fritte: una serie che non hai potuto fare a meno di leggere tutta d’un fiato, un libro dietro l’altro.

La serie di Throne of glass di Sarah J Maas. Ancora la serie non è completa, ma due anni fa, quando ho iniziato a leggere anche in inglese, mi sono divorata i primi tre libri più il libro prequel, quindi quattro, in un paio di mesi. All’inizio ci capivo poco e niente, infatto molto spesso dovevo andare a spulciare il capitolo nella versione italiana, ma dopo un po’ ci si fa abitudine alla lingua e si capisce quasi tutto alla perfezione. Infatti il terzo, appena uscito in italia, l’ho letto in una settimana e mezza circa, il mio preferito in assoluto della serie che ho cercato di leggere il più lentamente possibile per assimilare tutto.

5 – Lievito: un libro il cui successo è stato montato troppo.

Lo sapevo che sarebbe arrivato il momento in cui non avrei saputo rispondere. Mi sa che salterò questa parte perché non mi viene nessuna saga in mente. Ma vi prometto che ci penserò e in caso mi venisse, l’aggiungerò.

book tag

6 – Cupcake: un libro dalle mille sfumature a colori.

Vi ripropongo Throne of glass di Sarah J. Maas, un libro in cui si può praticamente trovare di tutto, ambientato in un mondo creato dall’autrice.

book tag

7 – Olio: un libro che ti è scivolato via dalla mente.

Ci ho messo un po’ per pensare questa risposta. Sono pochi i libri che leggo e poi dimentico, la maggior parte, grosso modo, mi rimangono tutti impressi nella mente. Vi rispondo però con Le cronache del mondo emerso di Licia Troisi. L’autrice ha una bella fantasia, ed è anche brava a scrivere, ma dalla metà del secondo fino alla fine del terzo libro ho trovato la scrittura molto lenta. Ho fatto fatica a finirlo, ma l’ho finito perché non mi piace lasciare i libri a metà se non sono proprio costretta. Ricordo a malapena i nomi dei personaggi, ed è una cosa di cui non vado fiera.

book tag

8 – Limone: un libro che è piaciuto a tutti, ma a te a fatto rizzare i peli.

Siamo giunti alla fine, e chiudo il book tag con Sangue blu di Melissa de la Cruz di cui ho anche fatto la recensione. Come ho già detto nella recensione, il libro non è che non mi è piaciuto affatto, ma l’ho trovato molto incoerente. Per saperne di più leggete la recensione.

 

Il book tag è finito. Fatemi sapere se siete d’accordo con le mie opinioni, e se no, fatemi sapere le vostre, mi farebbe molto piacere.

Se siete riusciti ad arrivare a leggere fino a qui, vi faccio sapere che ho in programma una sorpresa per voi, quindi rimanete sintonizzati, perché venerdì la posterò.

Alla prossima.