Absence: il gioco dei quattro di Chiara Panzuti

absence

Per augurarvi un buon fine settimana vi consiglio Absence: il gioco dei quattro di Chiara Panzuti, pubblicato dalla Fazi, che ricorda uno nuovo tipo di Hunger Games, ma che affronta un aspetto della vita comune che molti di noi affrontano tutti i giorni, l’invisibilità agli occhi altrui.

Sapete già che io avevo rinunciato a leggere libri scritti da autori italiani perché privi di inventiva, ma mi sono ricreduta con Sarah Bianca (Feline) e adesso con Chiara Panzuti, entrambe autrici della Fazi le quali hanno scritto due libri spettacolari su temi mai affrontati in un ambiente fantasy.

Questo libro è stato pubblicato il primo giugno e merita tutte le buone parole che blogger e vlogger hanno speso per esso.

Ha una scrittura talmente leggera che 100 pagine si leggono velocemente che uno nemmeno se ne accorge. Era da così tanto tempo che non finivo un libro in due giorni che non ricordavo nemmeno più quella bellissima sensazione di essere soddisfatti di aver scelto il libro giusto da leggere.

*** piccoli spoiler presenti nella recensione, ma non compromettenti per la lettura***

I protagonisti della storia sono quattro: Faith, Jared, Scott e Christabel.

I ragazzi inizialmente non si conoscono, e sono alle prese a fare cose diverse quando all’improvviso diventano invisibili e tutti, parenti e amici, si dimenticano di loro. Persino i loro account social non esistono più.

Ciò che li aiuta a trovarsi sono delle coordinate che portano in Perù, dategli, insieme a delle lenti e degli apparecchi acustici da un uomo cupo e silenzioso, vestito di nero, scagnozzo di un certo Illusionista.

Inizialmente non sanno se fidarsi gli uni degli altri, ma scoprono delle cose che li fanno avvicinare più che mai, diventando una squadra.

L’Illusionista è colui che gli ha somministrato un siero, creato da lui, che li ha fatti diventare invisibili agli occhi del mondo, facendo si che la luce gli girasse intorno, creando così un’effetto ottico e li ha cancellato dal resto del mondo non solo nei ricordi dei loro cari.

Sono la squadra Gamma io un gioco formato da tre squadre – Alfa e Beta -, un gioco del quale solo gli Alfa sanno bene le regole.

Altre coordinate li conducono nel luogo in cui questo gioco ha inizio. Devono arrivare sulla cima di una montagna per ricevere un premio, ma dovranno affrontare un sacco di ostacoli durante la scalata perché si scontreranno con le altre squadre ormai esperte e ricchi di informazioni in confronto a loro.

Ma la domanda importante è: qual’è il vero obbiettivo dell’Illusionista? E perché li ha fatti diventare invisibili e li ha fatti entrare in un gioco senza dirgli nemmeno le regole?

Absence, primo libro di una trilogia. Di prossima pubblicazione anche gli altri due volumi, “L’altro volto del cielo” e “La memoria che resta”.

Godetevi questa seconda recensione per questa settimana.

A presto,

Miriam

Recensioni , , , , , , , , , , , , ,

Informazioni su meandbooks

Mi chiamo Miriam, ho la passione per la lettura e specialmente per la scrittura. Ho creato questo sito per poter recensire i libri che ho letto per editori e autori e chiunque voglia richiedermi una recensione, semplicemente perché a volte le persone, prima di comprare un libro, hanno bisogno di un consiglio, e con le mie recensioni ho la possibilità di consigliare queste persone. E anche perché è importante aiutare gli autori emergenti a farsi conoscere. È anche per questo che pubblico gli articoli sia in italiano che in inglese, per diffondere questa bellissima passione che è la lettura. Vi chiedo di non esitare per pormi qualsiasi domanda sul mondo dell'editoria.

Precedente Dream Magic di Joshua Khan (spoiler free) Successivo Wolf: la ragazza che sfidò il destino di Ryan Graudin